You Are Here: Home » Servizi » Amministrazione Pepe » Concorsi AMTS » La AMTS entro il 27 settembre deve replicare al dossier di Altrabenevento sul concorso scandalo

La AMTS entro il 27 settembre deve replicare al dossier di Altrabenevento sul concorso scandalo

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Da Gazzetta di Benevento, 24-09-2010

Fausto Pepe, insediatosi come Assemblea dei soci dell’Amts, ufficializza la sua posizione e delibera: annullare subito quella graduatoria. Lo scenario ora cambia radicalmente perché è il massimo organo dell’Azienda trasporti a dare disposizioni sul da farsi. Allegato al verbale anche tutto il dossier di Altrabenevento e resa pubblica la nomina del dirigente Lorena Lombardi

Si è tenuta in tarda mattinata l’Assemblea dei Soci dell’Azienda Trasporti del Comune di Benevento.

La dizione esatta è questa anche, se essendoci un socio unico, detentore di tutte le azioni e perciò proprietario dell’Azienda medesima, a riunirsi è stato il solo sindaco di Benevento Fausto Pepe in quanto legale rappresentante della proprietà, il Comune di Benevento.

L’Assemblea si è svolta nei locali dell’Azienda e non al Comune, dove pure per il passato si è tenuta, forse anche per sottolineare il fatto che il “padrone” era lì e che stava decidendo le sorti della sua proprietà.

Fausto Pepe ha dunque fatto mettere a verbale l’indicazione, la volontà di doversi procede, in ciò delegando l’organo esecutivo che è il Consiglio di Amministrazione presieduto da Claudio Mosé Principe, organo deputato a tanto, all’annullamento della graduatoria del Concorso di cui tanto si è parlato negli ultimi mesi.

Ha fatto allegare al verbale della seduta anche il dossier presentato da Altrabenevento condividendone, evidentemente, dubbi e perplessità.

Il socio unico ha anche ufficializzato la nomina di Lorena Lombardi, dirigente del Comune di Benevento, a responsabile dell’area contabile ed amministrativa dell’Azienda Trasporti, Amts.

Può sembrare tutto ciò un qualcosa di già visto o sentito ed invece non è così in quanto lo scenario da stamattina è cambiato radicalmente.

Infatti, ora non è più il Consiglio comunale o addirittura il Sindaco, che danno disposizioni al Consiglio di Amministrazione dell’Amts di annullare gli atti posti in essere, fosse anche in sede di autotutela, entrambi organi autorevoli, Sindaco e Consiglio comunale, ma non bastevoli a dare disposizioni ad un’Azienda che, ancorché a totale partecipazione pubblica e di proprietà del Comune medesimo, gode di ampia autonomia gestionale.

Ora è l’Assemblea dei soci di quella stessa azienda, massimo organo statutario, a dare disposizioni al suo Consiglio di Amministrazione.

Bhè, insomma, le cose sono cambiate radicalmente e formalmente.

Ora al Consiglio non resta altro da fare che accettare l’indicazione che gli giunge dalla sua Assemblea ovvero, non condividerla, ed andare a casa.

Si vedrà cosa succederà nelle prossime ore. E’ difficile, comunque, che esso possa ancora praticare, sull’argomento, una politica attendista.

Intanto per il prossimo 27 settembre, lunedì, è prevista l’assemblea straordinaria dei soci per la ricapitalizzazione del capitale aziendale. Bisogna infatti risanare la perdita scaturita dal Bilancio.

E pare che il sindaco Fausto Pepe abbia indicato quella come data ultima entro la quale vuole che alla vicenda si ponga il punto richiesto altrimenti…

Leggi il Dossier di Altrabenevento

Condividi su:
  • Twitter
  • Facebook

Leave a Comment

© Altrabenevento

Scroll to top