You Are Here: Home » Lotta al malaffare » Pollo per i bambini della mensa, surgelato e farcito con 5 additivi chimici

Pollo per i bambini della mensa, surgelato e farcito con 5 additivi chimici

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Comunicato stampa del 3 marzo 2015

Nella mensa scolastica di Benevento anche il pollo è surgelato con contorno di ben 5 additivi chimici. Il comandante Moschella si è accorto di questa ennesima violazione contrattuale?

Venerdì scorso, il giorno della conferenza stampa in mensa, la Ristorò ha servito ai bambini delle scuole materne ed elementari della città Formaggio (non meglio identificato) con carote “surgelate” mentre il Capitolato Speciale di Appalto prevede verdure fresche.
Di tanto non si sono accorti i giornalisti convocati per visitare il centro di cottura alle ore 11,00 perché i pasti erano già stati caricati sui furgoni per essere portati in mensa. Ma di conseguenza gli operatori dell’informazione chiamati per attestare che è tutto eccellente, si sarebbero dovuto accorgere che il “Riso con patate”, servito come primo piatto, era stato cotto e messo nelle vaschette prima delle ore 11 e quindi i bambini delle elementari l’hanno mangiato dopo due ore mentre il contratto prevede al massimo 50 minuti.
I giornalisti, inoltre, non hanno potuto vedere i contenitori di polistirolo sporchi e luridi utilizzati per trasportare le vaschette del pasto alle scuole, che solo oggi, dopo le nostre ripetute denunce sono stati sostituiti. Se ne sono accorti, ovviamente, con somma meraviglia, i dipendenti della Ristorò addetti alla somministrazione dei pasti che hanno finalmente avuto anche i camici nuovi per partecipare alla parata con la stampa, ma poi hanno scoperto che da tre mesi l’azienda non versa i contributi INPS e neppure paga gli aumenti contrattuali degli ultimi 10 mesi.
Dei contenitori lerci per trasportare i pasti si sarà sicuramente accorto il comandante della Polizia Municipale, Giuseppe Moschella, visto che li avevamo segnalati già a dicembre nel Dossier “Pasta e ceci” (naturalmente li abbiamo fotografati dopo averli furtivamente introdoti in tutte le scuole!). Egli avrà sicuramente notato anche che la Ristorò per tre giorni di seguito ha servito carote contrariamente ad ogni criterio per diete equilibrate che prevede innanzitutto, la rotazione delle pietanze. Moschella certamente si sarà accorto pure che sulle etichette incollate sulle vaschette, quelle che i genitori non possono vedere, non sono mai indicate le grammature degli ingredienti utilizzati, contrariamente a quanto previsto dal Capitolato di Appalto. Come fa il Comandante ad assicurare quotidianamente che tutto è a posto? va a pesare la pasta, la carne, la frutta, ecc?
Oggi, ad esempio, il menù stabilito dalla ASL e allegato al contratto che il dirigente del Settore Servizi ai cittadini, Giuseppe Moschella ha firmato con la Ristorò, prevede per primo “pasta 50 grammi, piselli 90 grammi”, per secondo “coscia di pollo grammi 100, purea di patate gr. 100” e poi 90 grammi di pane e 100 grammi di frutta fresca. Le etichette appiccicate oggi sulle vaschette, però, non indicano alcuna grammatura, né per il primo, né per il secondo. Indicano invece la presenza di “patate disidratate”, emulsionante E471, stabilizzante E450l, antiossidanti E304, E223 (metalbisolfito di sodio), correttore di acidità E330. E benedica!
Ma soprattutto l’etichetta del ‘secondo’ indica chiaramente, dopo le nostre polemiche, che anche il POLLO è SURGELATO mentre il Capitolato Speciale di Appalto, all’art. 7, DIETE, prevede “la utilizzazione di prodotti freschi ad esclusione dei prodotti ITTICI che possono essere surgelati …”
Si tratta quindi della ennesima violazione contrattuale e pertanto, siamo curiosi di sapere che cosa farà adesso il comandante Moschella dopo aver accertato che il pollo non è un pesce. Continuerà a ripetere a mezzo stampa che le segnalazioni di Altrabenevento non hanno mai trovato conferme.
Noi intanto, per facilitare il controllo sulla qualità dei pasti da parte dei tanti genitori interessati che però non hanno strumenti per farlo, da oggi pubblichiamo sul nostro sito www.altrabenevento.org e sulla pagina Facebook “Altrabenevento” i documenti che il Comune non ha voluto pubblicare sul proprio sito istituzionale. Cominciamo con il Capitolato Speciale di Appalto.
Per altrabenevento – Gabriele Corona

Scarica il Capitolato Speciale di Appalto

Condividi su:
  • Twitter
  • Facebook

© Altrabenevento

Scroll to top