You Are Here: Home » Amministrazione Mastella » Tamponi per i dipendenti dell’ASIA al solito laboratorio non accreditato. Tacciono anche i consiglieri di opposizione.

Tamponi per i dipendenti dell’ASIA al solito laboratorio non accreditato. Tacciono anche i consiglieri di opposizione.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

L’Asia per i test anti covid ai lavoratori affida l’incarico al Centro Delta.  Poi ci ripensa e cambia laboratorio. Intanto tre dipendenti sono contagiati.

Comunicato stampa del 11 novembre 2020

Il 5 novembre l’ASIA, società di Igiene Ambientale del Comune di Benevento, ha comunicato che “a seguito di screening periodicamente effettuati tra i suoi dipendenti, tre di loro sono emersi positivi al Covid-19″ senza precisare come, dove e quando era cominciato l’accertamento per tutelare i lavoratori dell’azienda.

Il 28 settembre l’ASIA, già consapevole del particolare rischio contagio per i suoi dipendenti, con la Determina n. 228 aveva affidato al Centro Delta di Apollosa l’incarico di effettuare 140 tamponi naso-faringei per “procedere ad uno screening epidemiologico del personale.”

Quel laboratorio privato, però, non è inserito nell’elenco regionale dei centri di analisi accreditati per test anti covid, come segnalato diverse volte, anche a mezzo stampa, da Altrabenevento.

Il 2 novembre l’Amministratore Unico dell’Asia con la determina n. 261, considerato che “tra il personale aziendale è stata riscontrata la presenza di dipendenti positivi al COVID 2019 per cui occorre provvedere con urgenza ad effettuare una indagine epidemiologica interna al fine di evitare il diffondersi del contagio tra le maestranze” affida l’incarico di effettuare i tamponi al Centro Diagnostico Poli specialistico Ferrara di Benevento.

In questo caso l’ASIA accerta che il laboratorio è inserito nell’elenco di quelli “accreditati alla Regione Campania ad effettuare i Test in parola aggiornato al 30/10/2020″ ma gli affida l’incarico solo per 25 tamponi.

Chi ha fatto gli altri 115 ?

Nella stessa determina 228 l’amministratore dell’ASIA da atto che “con nota prot. n. 5812 del 29/10/2020 è stato richiesto il supporto dell’ ASL competente per territorio per effettuare i tamponi rinofaringei, rimasto inevaso”.

Quindi, la ASL di Benevento ha comunicato di non poter fare i tamponi ai dipendenti dell’ASIA ad alto rischio di contagio?

L’amministratore dell’ASIA, azienda pubblica, deve dare qualche spiegazione.

Anche il sindaco Mastella dovrebbe decidersi a chiarire i rapporti del Comune e delle sue società partecipate con il Centro Delta, società privata che coinvolge anche l’assessore Maria Carmela Mignone.

Per lo stesso motivo dovrebbero intervenire i consiglieri comunali di opposizione che invece sono stranamente taciturni sugli incarichi al Centro Delta.

Pure l’assessore all’Ambiente, Gerardo Giorgione (nella foto con il sindaco), al quale l’ASIA trasmette direttamente tutte le determine, potrebbe spiegare alla città com’è stato effettuato lo screening per evitare il contagio da coronavirus tra i lavoratori che si occupano di igiene ambientale.

La presidente Sandra Sandrucci

 

Condividi su:
  • Twitter
  • Facebook

© Altrabenevento

Scroll to top