You Are Here: Home » Dossier » altrabenevento » “Corruzione al Comune di Benevento, dal ‘miracolo di San Gennaro’ al parco di Cellarulo”. Conferenza stampa di Altrabenevento. giovedì 17 gennaio.

“Corruzione al Comune di Benevento, dal ‘miracolo di San Gennaro’ al parco di Cellarulo”. Conferenza stampa di Altrabenevento. giovedì 17 gennaio.

Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Giovedì 17 gennaio, alle ore 16,30 a palazzo Mosti, via Annunziata- Benevento, Conferenza stampa di “Altrabenevento- associazione per la ciittà sostenibile contro il malaffare” sul tema “Corruzione al Comune di Benevento dal ‘miracolo di San Gennaro’ al parco di Cellarulo”. Interverranno Sandra Sandrucci, coordinatrice di Altrabenevento, Vincenzo Fioretti e Gabriele Corona.

Sulla trudella presunta casa di San Gennaro, botta e risposta tra l’ex assessore Petrucciano e Gabriele Corona.

 Intervista di Corona a Radio Città del 10 gennaio 2013

Da Il Quaderno del 14 gennaio 2013

Casa di S.Gennaro e ‘Mani sulla città’. Petrucciano replica a Corona

“Vorremmo innanzitutto capire e trovare giustificazioni all’ira del sommo Corona Gabriele che infastidito dagli indirizzi presi dalle vicende di cronaca nera che hanno interessato la città negli ultimi giorni, oltre a pretendere chiarimenti sulle fonti di informazione utilizzate dai giudici che si sono permessi, forse, di discostarsi dalle sue indicazioni, o almeno da quelle da lui ipotizzate, cerca affannosamente di rimestare le cose per diluire responsabilità politiche e, nobile tentativo, dare aiuto ai suoi amici di sempre”. La reazione al vetriolo è a firma di Fernando Petrucciano, l’ex assessore comunale all’Urbanistica della Giunta D’Alessandro, ora con Mezzogiorno Nazionale. A Petrucciano non sono andate giù le dichiarazioni di Corona rilasciate alla trasmissione “Benevento Reporter” lo scorso giovedì, riguardo un immobile acquistato dalla giunta di centrodestra nel maggio del 2006, la “Casa di S.Gennaro”. Petrucciano spiega così quel passaggio: ” Nel 2004 era divenuto argomento di interventi, a livelli diversi, che il luogo di riferimento sarebbe stata la casa natìa di San Gennaro. La stampa, sia locale che nazionale, aveva posto sotto i riflettori di un interesse storico-religioso la ipotesi che il tutto potesse essere verosimile e, tra le righe, accusava l’ente Comune di non intervenire, e quindi di non salvaguardare interessi non soltanto civici, ma anche spirituali, quali potevano essere quelli che promanavano dalla figura di San Gennaro, la cui natività veniva, come viene, contesa tra il capoluogo del Sannio Benevento e il capoluogo di regione Napoli. Le condizioni di contesto che si determinarono indussero l’allora amministrazione comunale, per il tramite del suo dirigente ing. Capone, a provvedere all’acquisizione dell’immobile al patrimonio comunale, ed esaltarne la specificità attraverso l’utilizzo dello stesso per la realizzazione di un museo del Santo, inserito nel contesto di valorizzazione dell’intera area che comprendeva questo sito, l’arco del sacramento (progetto Viespoli – realizzazione D’Alessandro), le cui aree ed immobili furono acquistati con l’utilizzo degli stessi parametri di valutazione, oltre all’area antistante e retrostante il teatro Romano, Piazza Duomo, museo diocesano e Piazza Orsini. L’immobile di circa 500 metri quadrati, tra residenze e pertinenze, veniva acquistato, dopo una lunga trattativa, a meno di 500 euro al metro quadrato con una spesa di gran lunga inferiore agli allora prezzi di mercato. Oggi la sola “casa di San Gennaro”, purtroppo non adibita più a museo, agli attuali prezzi di mercato assume un valore venale di circa 500mila euro”.

**********************************

La replica di Gabriele Corona

Comunicato stampa del 15 gennaio 2013

Ho letto, divertito, le dichiarazioni dell’ex assessore Fernando Petrucciano il quale, dopo aver spiegato che l’amministrazione guidata da D’Alessandro fece bene ad acquistare la casa di San Gennaro, ritiene che io sia adirato e imbarazzato per i provvedimenti giudiziari che hanno riguardato amministratori e tecnici del Comune di Benevento oltre che imprenditori.

Non so come abbia fatto il mio ex assessore a farsi tale convinzione, ma approfitterò della Conferenza Stampa di Altrabenevento convocata a palazzo Mosti per giovedì 17 gennaio ore 16,30, il giorno di “Sant’ Antuono maschere e suoni”, per spiegare il ‘miracolo di San Gennaro a Benevento”, il ruolo di Petrucciano e per fare alcune considerazioni sulla corruzione e le responsabilità delle amministrazioni comunali dal 2004 ad oggi.

Gabriele Corona

Notizia collegata: La bufala della “casa” di San Gennaro

 

 

Condividi su:
  • Twitter
  • Facebook

Leave a Comment

© Altrabenevento

Scroll to top